In evidenza

UN’EPINAY ITALIANA? di Alberto Benzoni

Forse, ma a certe condizioni. Alla base del progetto francese c’era un problema da risolvere. Un problema che riguardava non solo i socialisti ma tutta la sinistra francese; ma c’erano nel contempo, nello stesso mondo socialista ma non solo, tutti gli elementi necessari e sufficienti per risolverlo. E’ vero; questa sinistra era uscita con le ossa rotte dal 1968. Incapace di dare uno sbocco politico al movimento operaio e studentesco ma anche di guidarlo. Mentre la destra era uscita indenne dalla fine del ciclo gollista riciclandosi, almeno in apparenza, nel segno di un conservatorismo più o meno illuminato; e uscendo così nettamente vincitrice sia nelle politiche del 1968 che nelle presidenziali dell’anno successivo. In queste ultime il comunista Duclos non era arrivato al ballottaggio. Ma aveva comunque surclassato i due candidati socialisti: Defferre e Rocard; essi stessi espressione di due linee politiche radicalmente diverse e militanti in partiti diversi ...[segue]

Archivio articoli

Le Notizie

Archivio notizie