In evidenza

CHI DI BANCA COLPISCE, DI BANCA PERISCE di Francesco Bochicchio

Mario Draghi, Presidente della Bce, ha recentemente affermato che, grazie alle recenti riforme introdotte in Europa, la crisi bancaria è superata e lo stato delle banche è buono. L’affermazione fa stropicciare gli occhi: è una cosa fuori dal mondo che una persona dello spessore di Draghi, che ha salvato l’Europa salvaguardando l’Italia dalla speculazione e i conti degli Stati deboli con il “Quantitative easing” vale a dire con l’acquisto in massa di titoli del debito pubblico di tali Stati, possa cadere in un’affermazione così sconcertante. Se si riferisce al “bail-in”, che fissa la presenza di forti limiti al salvataggio dei crediti dei risparmiatori, è ovvio che prende un abbaglio: è questa  una norma demenziale che blocca l’economia visto che mina la fiducia del mercato nel pagamento dei debiti bancari, i quali  sono moneta. Ma, in ogni caso, la stravagante affermazione viene smentita dalle polemiche suscitate dalla prop ...[segue]

Archivio articoli

Le Notizie

Archivio notizie